2^ Rome Half Marathon: domani in migliaia al via della corsa per la pace

22 Settembre 2018

Il via sarà dato dalla Sindaca Raggi, dal presidente Fidal Giomi, da Monsignor Sanchez, da Ndileka Mandela e dagli altri leader delle comunità religiose coinvolte

Pace, integrazione, inclusione, solidarietà: sono questi i principi che hanno ispirato la “Rome Half Marathon Via Pacis”, evento promosso da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, con l'organizzazione della FIDAL - Federazione Italiana di Atletica Leggera.

La mezza maratona, alla quale è abbinata la Run For Peace, non competitiva di 5 chilometri, si svolgerà domani, domenica 23 settembre, con partenza alle ore 9 da via della Conciliazione. Alla partenza saranno presenti la Sindaca di Roma Virginia Raggi, il sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura Mons. Melchor Sanchez de Toca, il Presidente Fidal Alfio Giomi, il presidente dell'EAA Svein Arne Hansen, l'Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini Daniele Frongia, la vice presidente del Coni Alessandra Sensini (che correrà la non competitiva di 5 chilometri), il rappresentante dell'ufficio di Presidenza della Regione Lazio Roberto Tavani, la nipote del leader sudafricano Nelson Mandela, Ndileka, l'ambasciatore del Sudafrica Shirish M. Sonie e quello del Kuwait Sheikh Ali Khaled Al Sabah, i rappresentanti delle diverse comunità religiose coinvolte nell'evento e della Comunità Europea.

Per le strade della Capitale, correranno oltre 7.500 persone (oltre 2.500 gli iscritti alla mezza maratona e 5.000 attesi alla non competitiva): donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale, ognuno con il suo messaggio di pace.

Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione alla mezza maratona dei podisti delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa.



I NUMERI DELLA ROME HALF MARATHON VIA PACIS

Sono 2547 gli iscritti alla mezza maratona. Le nazioni rappresentate sono 42, inclusa l'Italia che conta 2226 iscritti. I cinque paesi più rappresentati dopo l'Italia sono la Gran Bretagna con 23, la Polonia con 21, Filippine con 15, Norvegia e Olanda con 12. In ambito nazionale, invece, il Lazio è la regione più rappresentata con 1784 iscritti (1466 da Roma e provincia). A seguire ci sono la Campania con 102, la Toscana con 73, la Lombardia con 68, Sicilia e Puglia con 46.

Dei 2547 iscritti, 1971 sono uomini e 576 donne. L'iscritto più longevo è Antonio Rao (83 anni), la più longeva è Patrizia Cardinale (66 anni) mentre il più giovane, o meglio i più giovani, sono i gemelli Lorenzo e Franco Bianconi (18 anni) e la più giovane è la slovacca Nada Daabousova (21 anni).

 

IL FASCINO DEL PERCORSO: CENTRO STORICO E LUOGHI DI CULTO

I 21,097 chilometri del percorso della “Rome Half Marathon Via Pacis” sono unici al mondo perché uniscono i più importanti luoghi di culto religiosi della città con le bellezze architettoniche e archeologiche.

La partenza è fissata in Piazza San Pietro, con la Basilica alle spalle dei corridori, poi ci si immerge nei Lungotevere, dai Fiorentini ai Pierleoni, passando davanti la Sinagoga fino ad entrare nel cuore della Roma Imperiale: Piazza Bocca della Verità, via dei Cerchi, dove si lambisce la Chiesa Ortodossa, via Di San Gregorio, Piazza del Colosseo e via dei Fori Imperiali. Poi si passa per il centro storico, Piazza della Madonna di Loreto, Piazza Venezia, via del Corso, Piazza Augusto Imperatore e Passeggiata di Ripetta tornando sui Lungotevere da Arnaldo da Brescia a Flaminio. Ci si immerge nel quartiere Flaminio e nel Villaggio Olimpico, si transita davanti la Moschea e si entra successivamente nel Parco del Foro Italico passando davanti la sede del Coni. Da lì si torna sui Lungotevere fino ad entrare nel quartiere Prati, passando davanti la Chiesa Valdese di Piazza Cavour, e da via della Traspontina si entra in via della Conciliazione fino all'arrivo. Sotto l'aspetto prettamente tecnico, il tracciato non è particolarmente difficile sul piano altimetrico e i tratti di strada con i sampietrini sono soltanto due: Via della Conciliazione e la parte che va da Via dei Cerchi a Piazza Venezia. La mezza maratona, sarà valida come prova unica del Campionato AIA Referee Run.

La non competitiva di 5 chilometri, denominata Run For Peace, partirà alle 9.20 sempre da Piazza San Pietro, poi si svilupperà sui Lungotevere dai Fiorentini ai Pierleoni, si entrerà nel centro storico da via del Teatro Marcello, si passerà per Piazza Venezia, Piazza del Gesù, Largo di Torre Argentina, Corso Vittorio Emanuele II e si arriverà in via della Conciliazione.







Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate